Il Cranberry

Il Cranberry

Il mirtillo rosso è conosciuto per l’azione astringente, antisettica, acidificante e disinfettante sulle vie urinarie. Impiegato per la cura e la prevenzione dei disturbi del tratto urinario, in particolare della cistite. Il Cranberry infatti svolge un’azione antibatterica particolarmente efficace nei confronti dell’Escherichia Coli: inibisce l’adesione dei batteri alle cellule epiteliali della vescica, limitandone l’espansione. Le foglie contengono inoltre una certa quantità di neomirtillina, glicoside dell’acido gallico, che possiede proprietà ipoglicemizzanti, per cui vengono utilizzate, in formulazioni, come coadiuvanti nelle forme moderate di diabete (diabete senile).

Il frutto, commestibile, se essiccato possiede proprietà astringenti: per questo motivo è a volte impiegato nel trattamento delle enteriti. Per l’attività disinfettante a livello dell’apparato urinario ed intestinale è indicato, oltre che nel trattamento delle cistiti, anche nelle colibacillosi. Grazie all’azione estrogenica che esercita, il rimedio della donna in menopausa in grado di riattivare la funzionalità delle ovaie ialinizzate. Sarà inoltre indicato nei disturbi da carenza estrogenica, quali disturbi trofici vaginali e cutanei, alterazioni dell’umore, caldane, osteoporosi. In quest’ultimo caso risulta importante anche il migliorato trofismo a livello della mucosa intestinale che permette, tra l’altro, un aumentato assorbimento di Calcio.