Ciclo in ritardo

Ciclo in ritardo

Il ciclo mestruale non è regolare ugualmente per tutte le donne, anzi. Sono molti i motivi che possono causare il ritardo o addirittura la non presentazione delle mestruazioni, motivi che possono avere a che fare con lo stile di vita, con variazioni ormonali, o con condizioni di salute più serie. Iniziamo con il dire che la prima mestruazione compare nelle ragazzine tra i 10 e i 15 anni. In questo primo periodo l’irregolarità è frequente, e la stessa cosa avviene nelle donne che si avvicinano alla menopausa. In genere il ciclo mestruale delle donne dura 28 giorni, ma può variare dai 21 ai 35 giorni. In caso di irregolarità, parlarne con il proprio ginecologo di fiducia è importante al fine di capire la situazione e di individuare eventuali rimedi.

Oltre al ritardo del ciclo la donna potrebbe avvertire diversi sintomi tra i quali perdite di sangue, a volte rosa a volte rosso vivo, o anche marroni; dolore al basso ventre; mal di testa; seno dolorante e particolarmente gonfio. Esclusa la gravidanza, che rappresenta una delle cause più frequenti di ritardo mestruale, le cause di ritardo possono essere molteplici. In generale, sono particolarmente soggette a irregolarità mestruali le donne che svolgono lavori stressanti o su turni. A volte collegato allo stress anche la perdita o l’aumento di peso sono condizioni che possono avere una ricaduta sulla regolarità del ciclo. Inoltre le donne che praticano sport a livello agonistico possono andare incontro all’anovulazione, ovvero ciò che avviene quando un ovulo non viene rilasciato dall’ovaio durante un ciclo mestruale, e può essere collegato all’assenza di mestruazioni. Ciò è dovuto al basso peso e alla bassa percentuale di grasso corporeo.