Con l’estate le temperature salgono e il nostro organismo deve essere protetto per evitare, soprattutto in caso di fragilità, situazioni rischiose. Ecco una serie di consigli per affrontare l’afa e gli errori da evitare.

La temperatura percepita – Le persone “sentono” il caldo in maniera soggettiva. Ma ci sono fattori che influiscono su quella che gli esperti chiamano la “temperatura percepita”. Come l’umidità nell’aria.

I consigli sull’abbigliamento – Indossare un abbigliamento leggero, non aderente, in fibre naturali. Proteggere il capo con un cappello di colore chiaro e gli occhi con occhiali da sole; proteggere la pelle dalle scottature con creme solari ad alto fattore protettivo.

I consigli sulla casa – Schermare le finestre esposte al sole utilizzando tapparelle, persiane, tende.

La gestione dell’aria condizionata – Regolare la temperatura degli impianti di aria condizionata tra i 25° C e i 27° C ma coprirsi nel passaggio da un ambiente caldo ad uno più freddo, provvedendo inoltre alla manutenzione e alla pulizia regolare dei filtri.

Una doccia fa sempre bene ma non fredda – Ridurre la temperatura corporea con bagni e docce con acqua tiepida, bagnare viso e braccia con acqua fresca. Controllare regolarmente la temperatura corporea di lattanti e bambini piccoli.

Meno sport – Ridurre il livello di attività fisica. Uscire di casa nelle ore meno calde.

L’idratazione è fondamentale – Bere con regolarità almeno 2 litri di acqua al giorno e mangiare preferibilmente cibi leggeri e con alto contenuto di acqua, evitando di bere alcolici e limitando l’assunzione di bevande gassate o troppo fredde.

Attenzione in auto – Se si entra in un’auto parcheggiata al sole prima di salire aprire gli sportelli per favorire l’abbassamento della temperatura nell’abitacolo. Verificare che non siano surriscaldati i seggiolini di sicurezza dei bimbi.

Per chi non ha l’aria condizionata – Secondo la rivista Scientific American si può abbassare la temperatura anche se non si ha un condizionatore. Verificare la direzione del vento all’esterno e aprire poche finestre ‘strategiche’ per farla passare in casa.

Il cubetto di ghiaccio – Passarsi un cubetto di ghiaccio sul viso, inoltre, raffredda di un grado e mezzo tutto il corpo.